Condividi su
Home » Territorio » I beni storici

Il Cotonificio Somaini

ComoNext incubatore d'imprese

La presenza della ferrovia attrasse a Lomazzo un illuminato imprenditore, Francesco Somaini, futuro deputato al Parlamento, che insediò nel 1893 un grande cotonificio, a quel tempo all'avanguardia, giacché non usava più energia idraulica, ma a vapore; dopo qualche anno lo stabilimento inrtrodusse l'energia elettrica, che venne messa a disposizione anche per illuminare Lomazzo e i comuni limitrofi.

Il cotonificio (attivo fino al 1974) dava lavoro a più di mille dipendenti, che giungevano da ogni parte. Francesco Somaini costruì un convitto per le ragazze operaie, assistite da suore, che accudivano alla mensa e al guardaroba; e per gli operai di Lomazzo realizzò un intero quartiere di alloggi, attrezzato con asilo infantile e asilo-nido, dimostrando una sensibilità sociale precorritrice e «inedita».

Oggi il cotonificio è stato dismesso, ma al suo posto è nato uno fra i principali incubatori d'impresa del comasco, per iniziativa di una società mista a maggioranza di capitale pubblico; si chiama ComoNext (50% Camera di commercio, 45% diviso tra Intesa-Sanpaolo, Credito Valtellinese e banche di credito cooperativo, il restante 5% nelle mani delle associazioni di categoria comasche e delle amministrazioni locali).

L'incubazione in ComoNExT è un percorso inclusivo e strutturato di valutazione, tutoraggio e sviluppo di idee imprenditoriali in un contesto che facilita il contatto con competenze specialistiche ed in compresenza con PMI ed imprese di medie dimensioni caratterizzate da forte innovatività, in un luogo che facilita relazioni e business. ComoNExT è incubatore certificato dal MISE, Ministero dello Sviluppo Economico. 

Su un'area complessiva di 70mila metri quadrati, 22mila sono destinati a uffici, laboratori, servizi comuni, sale riunioni. Con l'aggiunta di un auditorium da cento posti. La struttura dell'antico opificio è stata recuperata ed è perfettamente leggibile nel tessuto della moderna architettura progettata da Ado Franchini per accogliere le imprese. 

Il parco antistante il cotonificio è comunale (attuale area feste) e diverrà un grande polmone verde pubblico, riqualificato secondo un layout a cui stanno lavorando il Comune, il Consorzio Parco Lura e ComoNext.  

il Cotonificio Somaini e l'area feste
il Cotonificio Somaini e l'area feste
immagine dal cielo, a destra lo stabilimento ora ComoNext
(foto di PR Lura)