Condividi su
Home » Il racconto di un fiume » Lura futura

Dal Lura alle Groane e alle Brughiere, dal Seveso al Parco Nord: Fiumi e Parchi in rete per erogare servizi eco sistemici alla città diffusa

Il progetto interessa una vasta AREA OMOGENEA da un punto di vista ecologico e paesaggistico, compresa tra il torrente Lura a Ovest e il torrente Seveso a Est, un territorio in cui si riscoprono molti elementi ad alta valenza naturalistica come i 5 parchi, in contrasto con forti criticità come l'intensa urbanizzazione, la frammentazione dei siti, il loro isolamento per la scomparsa di corridoi o varchi ecologici, le problematiche sulla regimazione delle acque e il conseguente dissesto idrogeologico. La presenza di queste aree significative e interessanti per la tutela della biodiversità e per la conservazione di un paesaggio unico nel suo genere evidenzia le potenzialità dei servizi offerti in termini di qualità della vita, di salubrità dell'aria, di offerta di servizi per lo svago e la ricreazione, bilanciando significativamente gli effetti negativi della pressione antropica. Si rendono tuttavia necessari tutta una serie di interventi volti a favorire sia la conservazione che il miglioramento dell'ambiente naturale, ma soprattutto volti a ricreare quelle connessioni per rafforzare la stabilità degli ecosistemi e lo scambio di popolazioni. Grazie ai numerosi STUDI DI FATTIBILITÀ realizzati dagli Enti Parco, associazioni portatrici di interessi diffusi e Amministrazioni Locali su questi territori, è stato possibile elaborare strategie di intervento per migliorare e consolidare la consistenza degli ambienti naturali e la loro connessione, sia proponendo la tutela di aree oggi ancora allo stato semi-naturale, sia proponendo interventi di miglioramento. Basandosi su tali studi, il progetto quindi promuove INTERVENTI volti al potenziamento del patrimonio naturalistico attraverso la realizzazione, lo sviluppo e il potenziamento di CORRIDOI ECOLOGICI che possano mettere in collegamento aree naturalistiche importanti per il mantenimento  e l'incremento della biodiversità. Tali interventi, oltre ad assicurare un miglioramento della qualità ambientale di un vasto contesto, potranno aumentare in modo sensibile la qualità della vita dei cittadini residenti in un'area intensamente urbanizzata, fornendo loro una rete di spazi verdi in cui la natura trovi la possibilità di affermarsi.

Per quanto riguarda la CONNESSIONE PARCO DEL LURA - PARCO DELLE GROANE, si intende consolidare e rafforzare le opere già previste nel progetto della Greenway connesso al Sistema Viabilistico dell'Autostrada Pedemontana, ottimizzandone e presidiandone l'attuazione. In particolare, gli INTERVENTI consisteranno in:

  • una siepe composta da specie forestali autoctone e specie arbustive "mellifere", ossia adatte ad attrarre insetti impollinatori ed in particolar modo le api.
  • prati polifiti e polifunzionali, che costituiscono un habitat di eccellenza per la nidificazione di alcune specie ornitiche di pregio, oltre che luogo elettivo di proliferazione per le specie entomologiche tipiche delle zone agricole.
  • prati "fioriti", capaci di creare zone sorgente di biodiversità dalle quali, tramite i naturali sistemi di dispersione di semi e pollini, prendono origine i naturali processi di colonizzazione ed espansione delle specie erbacee.
  • rimboschimenti sul margine est dell'area della Valle del Torrente Lura, dove è presente una fascia boscata consolidata da migliorare.
  • Un arbusteto, con essenze autoctone.
  • La formazione di una piccola area umida.

Il progetto prevede l'acquisizione di oltre un ettaro di aree funzionali oltre che alla realizzazione del sistema verde alla formazione di un tratto di collegamento dei percorsi ciclocampestri esistenti in Comune di Rovellasca tra l'area Ex Martinetta e Rovello Porro, affiancando in parte Via Parini.

Superficie complessiva Rovellasca: 7.980 mq

Superficie complessiva Rovello Porro: 1.580 mq

Costo complessivo: € 145.000,00

Stato di attuazione: in fase di realizzazione

Stato di fatto
Stato di fatto
(foto di Archivio Parco del Lura)