Condividi su
Home » Il racconto di un fiume » Il fiume vive

La valle del Lura un tempo

Il bacino del torrente Lura come era: dai colli prealpini coperti dai boschi alcune sorgenti alimentavano le torbiere che si erano formate grazie agli sbarramenti dell'anfiteatro morenico. Le torbiere assorbivano le acque e le filtravano negli strati profondi del terreno. Il fiume scendeva verso la pianura, incidendo un proprio corso a  meandri sui depositi glaciali, fino a formare una vera e propria valle, così come si può osservare fra Cadorago e Rovellasca.
Le acque ricaricavano le falde e il suolo era ricco e fertile per l'agricoltura.
paesaggio del Lura prima dell'urbanizzazione
paesaggio del Lura prima dell'urbanizzazione
l'anfiteatro morenico, le torbiere e le colline, la pianura, l'incavo vallivo
(foto di PR Lura)